COSA METTO NELLO ZAINO?

Una delle domande più frequenti che, come nutrizionista, mi sento rivolgere in questo periodo di vacanza, specie da chi ama le gite e le escursioni a piedi o in bici è: "cosa metto nello zaino?"(sottintendendo da mangiare ?)

Troppo no, perché pesa prima sulla schiena e poi sullo stomaco. Poco nemmeno,perché espone a pericolosi cali glicemici, specie se la gita avviene in luoghi in cui è impossibile rifornirsi.

L'ideale è tanta energia in poco spazio, come ci permettono di fare la frutta secca, prugne albicocche, datteri,fichi e quella a guscio, noci, nocciole, mandorle...

Vediamo un pò di equivalenze energetiche:uno spuntino da 200 kcal. equivale a 8 prugne secche, oppure a 7 o 8 albicocche, 4-5 fichi, da 5 a 6 datteri. Scegliendo invece la frutta a guscio, 200 calorie sono l'equivalente di 6 noci o di 8 noci brasiliane, oppure di



una trentina di mandorle o, a scelta, di nocciole. Tutti questi alimenti,pur con le differenze da uno all'altro, sono anche ricchi di minerali utili nello sforzo muscolare, come il magnesio, di cui sono ricchissime le mandorle, e il potassio, presente in abbondanza nelle albicocche e nei datteri. Ci sono anche vitamine come la tiamina o B1, indispensabile al metabolismo energetico, presente nelle prugne e omega-3 per la funzione muscolare, nelle noci.

19 visualizzazioni

© 2017 by Associazione Sportiva dilettantistica AESSEDI c.f. 96058790062

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Wix Google+ page